Premio alla Nascita: 800 Euro alle mamme in attesa

La Legge di Bilancio 2017 (L. n. 232/2016), tra le varie novità contenute nel capitolo dedicato a “Lavoro e Pensioni”, all’art. 1, co. da 353 a 357 contiene alcune misure volte ad agevolare ulteriormente le famiglie che stanno per avere un figlio, o chi lo ha avuto da poco.

Il comma 353 concede, per le nascite avvenute a decorrere dal 1° gennaio 2017, un premio di 800 euro che può essere chiesto dalla futura madre all’INPS al compimento del 7° mese di gravidanza.

Il “premio alla nascita”, si aggiunge al Bonus bebé già in vigore (non è alternativo bensì aggiuntivo), è operativo a decorrere dal 1° gennaio 2017 ed è corrisposto in unica soluzione dall’INPS.

Dal punto di vista fiscale non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del D.P.R. n. 917/1986 (Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi).

REQUISITI

Il premio alla natalità è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. residenza in Italia;
  2. cittadinanza italiana o comunitaria;
    1. per le cittadine non comunitarie: possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE.

e viene concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017:

  • compimento del 7° mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza o affidamento preadottivo internazionale.

Non è un aiuto alle famiglie in difficoltà o disagiate ma un incentivo per coloro che vogliono ampliare la propria famiglia, quindi: 

NON CI SONO LIMITI REDDITUALI NE’ PARAMETRI ISEE DA RISPETTARE

DOMANDA

In attesa che l’INPS fornisca le modalità operative per poter procedere all’invio delle relative istanze, l’Istituto previdenziale fa sapere che la domanda va presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), attestante la data presunta del parto o autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino.

Se hai un figlio nato nel 2017 o sei in dolce attesa rivolgiti a noi, ti terremo informata sull’emanazione delle modalità operative e ti assisteremo GRATUITAMENTE per l’inoltro della domanda all’ INPS.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.